Come tagliare

Come tagliare il prosciutto Spagnolo

Prima collocare il prosciutto sul sopporto con lo zoccolo verso l’alto, assicurandosi che sia ben saldo. Se si va a consumare nello stesso giorno, tutta la crosta e la cotenna saranno eliminate pelando il prosciutto. In caso contrario sarà pulito mano a mano che viene tagliato.

Non dimenticarsi di tenere le mani dietro la lama nel senso del taglio, oppure proteggersi con un panno la mano che sostiene il prosciutto.

È molto importante tagliarlo in fette sottili, quasi trasparenti, per cui nel caso non si avesse un buon coltello adatto per tagliare il prosciutto, non si potrà farlo correttamente (deve essere un coltello lungo, sottile e molto affilato). È importante saper tagliare bene il prosciutto poichè questo condiziona il sapore: c’è una notevole differenza nel momento in cui si assapora se viene tagliato in una maniera o nell’altra.

Posizionare il prosciutto sul sopporto con lo zoccolo verso il basso e “pelarlo”, cioè togliere la cotenna e il grasso superficiale. Se si consuma solo una parte,togliere soltanto la zona dove si và a realizzare il taglio, in modo da evitare che il resto del prosciutto si asciughi troppo.

-Una volta “pelato” il prosciutto, si può iniziare a tagliare a fette. -Il prosciutto Ibérico è il migliore antipasto prima di un grande ricevimento. -Le sottili strisce di grasso del prosciutto sono segno d’identità.
-Il prosciutto deve essere inclinato sul suo supporto
e mai deve essere affettato

a macchina.
-solo a mano si possono cogliere le sottigliezze che presenta la zona della zampa. -la temperatura adeguata per il taglio è di 12ºC circa.
-dall’inizio del taglio fino a lasciare l’osso pulito,
c’è bisogno di una serie di fasi dove si richiede un tocco adeguato del coltello.
-la presenza di un po’ di lardo nella fetta è fondamentale.

-Il prosciutto non deve mangiarsi freddo (perde il gusto) nè si deve conservare in frigorifero.
-Deve tagliarsi inizialmente con lo zoccolo verso il basso perché è la parte più dura. Una volta terminata si utilizza l’altra.
-La cotenna si toglie pian piano per evitare che si secchi.
- Il taglio dovrà sempre venir protetto da lardo o carta da cucina umidificata in olio d’oliva.
-Non bisogna mai tagliare più prosciutto di quello che si va a consumare.

FacebookTwitterGoogle+PinterestTumblrBlogger PostCondividi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>